Analisi dell’esperimento di lattazione indotta in un maschio transidentificato

L’anno scorso un medico e un’infermiera di una clinica usarono un cocktail di farmaci per consentire a un maschio trans “mtf” di raggiungere il suo obiettivo di allattare al seno il bambino avuto dalla sua compagna. L’uomo transidentificato aveva spiegato che la sua partner era incinta, ma non era interessata all’allattamento al seno e che quindi sperava di essere lui la fonte di nutrimento per il bambino.
Ma non ci sono prove che i clinici che hanno condotto questo esperimento abbiano incontrato o intervistato la madre per confermare queste dichiarazioni o che abbiano ottenuto il suo consenso informato, mettendola al corrente dei possibili rischi che la secrezione dai capezzoli indotta da farmaci avrebbe potuto comportare per il bambino.

Il paziente aveva detto di avere “un’incongruenza di genere” e il regime di affermazione di genere che stava seguendo includeva spironolattone (un farmaco per il cuore usato in questo caso come bloccante degli androgeni), estradiolo, progesterone micronizzato, clonazepam “occasionale” e zolpidem per il disturbo di panico e l’insonnia.
Non ci sono prove che il paziente avesse smesso di usare il clonazepam, che può causare sedazione nei neonati, o zolpidem (noto anche come Ambien), che potrebbe esacerbare gli effetti del clonazepam, dopo l’inizio dell’allattamento.

Inoltre è interessante notare che non è chiaro quale fosse il livello di testosterone nel siero del paziente, perché sono stati forniti due risultati marcatamente diversi, uno indicava – 256 ng / dL – e un altro – 20,52 ng / dL. Ciò è problematico non solo perché costituisce un’evidente incoerenza all’interno del rapporto, ma anche perché il risultato più elevato indica che il paziente aveva livelli di testosterone maschile. Considerando che lo studio non ha riportato ulteriori dati sul testosterone, perché non hanno misurato il suo livello di testosterone in nessun altro punto dello studio e che il 75% degli uomini transidentificati con lo spironolattone non riesce a raggiungere il livello di testosterone nel range femminile, e coloro che aumentano il trattamento con estradiolo hanno una risposta variabile, non ci sono prove affidabili che fosse stato raggiunto un adeguato blocco degli androgeni. Questo vuol dire che se il neonato fosse femmina, un’esposizione a livelli di testosterone potrebbe causare complicazioni mediche come la pubertà precoce.
E questo ci porta ad un’altra evidente omissione in questo rapporto. Mentre i medici si riferiscono costantemente al paziente maschio trans-identificato come “lei”, non dichiarano il sesso del bambino coinvolto in questo esperimento, rivelando un preoccupante disinteresse per il bambino stesso.

Inoltre i clinici dichiarano che il paziente aveva usato anche il domperidone, per indurre l’allattamento, che è un farmaco vietato negli Stati Uniti dalla FDA dal 2004.
La FDA afferma: ” I gravi rischi associati al domperidone comprendono aritmie cardiache, arresto cardiaco e morte improvvisa. L’uso concomitante di alcuni farmaci comunemente usati, come l’eritromicina, potrebbe aumentare i livelli ematici di domperidone e aumentare ulteriormente il rischio di attacchi cardiaci “.
Il maschio trans ha iniziato ad allattare, producendo 226,80 grammi di latte al giorno.
I medici avevano detto che l’uomo era riuscito a raggiungere un volume di latte sufficiente per essere l’unica fonte di nutrimento per il bambino per 6 settimane, ma non è così.
Considerando che un bambino di 5 kg ha bisogno di circa 340,19 grammi di latte materno e di più all’aumentare del peso, 226,80 grammi chiaramente non erano mai abbastanza.

Vale la pena ricordare poi che la secrezione dal capezzolo negli uomini (galattorrea) è sempre anormale ed è una conseguenza della prolattina patologicamente elevata a causa di determinate condizioni mediche o di un effetto collaterale di alcuni farmaci.
Il latte materno della madre nel contesto della gravidanza non è lo stesso della galattorrea indotta da farmaci in un uomo. Inoltre il latte materno non è statico nella composizione. Inizia come colostro (nascita – 4 giorni) che è un fluido denso pieno di grassi, vitamine e immunoglobuline. Poi passa a un latte più calorico (4 giorni – 2 settimane), che è ricco di grassi e vitamine, e successivamente diventa latte maturo che è composto per il 90% da acqua.

Inoltre, le madri che non vogliono allattare, sono tenute a usare la formula per bambini, che si avvicina molto al contenuto nutrizionale del latte materno in ogni fase e sono obbligate a usarlo in quantità adeguate. Perché il paziente maschio trans-identificato teneva uno standard drasticamente diverso?

Perché questo studio non ha esplorato le ragioni dell’interesse di questo maschio ad allattare un neonato? Considerando che i disordini psicosessuali come l’autoginefilia sono presenti in una proporzione di maschi eterosessuali che si identificano come donne transessuali, questa è una questione etica.

Inoltre, non si fa menzione del tipo di clinica. Se questa era una clinica Obs & Gynae, la loro principale responsabilità era nei confronti della madre e del bambino. Se questa era una clinica transgender, non aveva alcuna competenza in merito all’allattamento al seno di un bambino.

Questo studio è un esempio di come le cliniche sanitarie transgender privilegiano i bisogni emotivi dei maschi transidentificati rispetto al benessere di donne e bambini ed è uno studio non etico, pieno di informazioni incomplete e fuorvianti, analisi disoneste e conflitti di interesse non dichiarati.

https://lascapigliata8.wordpress.com/2018/03/26/analysis-of-study-of-induced-lactation-in-trans-identified-man/?fbclid=IwAR01aheRy3QruOAdAXlIlMYnYJu4qHFphI3SY8tOI1-wO3MilEpS09AfKpo

Pubblicato da gendercritical92

Siamo femministe radicali gender critical.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: